Alimentazione

Una corretta alimentazione è fondamentale per mantenere in salute il nostro amato coniglietto, la regola di base è tenere presente che il coniglio è erbivoro e che di conseguenza deve assumere alimenti ricchi di fibra e poveri in carboidrati e grassi.

Gli alimenti naturali da somministrare sono fieno, verdure e frutta. Il mangime pellattato dovrebbe essere somministrati solo come complemento e in quantità non elevate. La durezza di tali alimenti permette al coniglio il corretto consumo dei denti, i quali essendo a crescita continua, avrebbero una crescita abnorme e causerebbero problemi di salute.

Il fieno e le verdure

La tipologia di fieno migliore è sicuramente quello di prato polifita, composto da erbe miste e in quantità maggiore da graminacee, da somministrare in abbondanza, è possibile utilizzare anche il fieno di erba medica, ma in quantità ridotte perché molto fermentescibile e povero di fibra predispone il coniglio a formazioni di patologie renali.

Le verdure possono essere somministrate in quantità moderate ed a temperatura ambiente, in caso si voglia iniziare a dare verdure è necessario abituare il coniglio gradualmente. Le verdure da evitare perche sottopongono il coniglio al maggior rischio di patologie sono, quelle troppo ricche di calcio come la salvia, il rosmarino e la rucola e gli ossalati come gli spinaci, i cavoli e il prezzemolo, possiamo tranquillamente dare carote, radicchio, sedano, lattuga, scarole e finocchio.

Frutta, alberi ed arbusti

La frutta può essere somministrata, ma sempre in piccole quantità, ed evitando frutti potenzialmente tossici come il cocco e l’avocado. Saltuariamente possiamo concedere ai nostri amici degli snack a base di mela, banana, pesca, pera o melone.

Ottimo strumento di alimentazione, gioco ed utensile per limare unghie e denti sono gli arbusti di varie piante, ad eccezione dei legni di conifera come abete e pino e di agrumi come arancio e limone o piante da frutto come ciliegio e pesco o la maggioranza delle piante ornamentali.

Il pellet

Il mangime pellettato andrebbe considerato solo come complemento all’alimentazione, la giusta alimentazione dovrebbe essere composta essenzialmente da fieno, verdure e frutta, la dose di pellet da somministrare è di 1 cucchiaio e mezzo al giorno per un coniglio adulto.

La tipologia di pellet da preferire è quello privo di semi e con contenuto di fibra intorno al 18 %, per la conservazione è consigliabile travasare il pellet dopo l’acquisto in contenitori stagni o conservarlo in modo da evitare la formazione di muffe.

TOP