Comportamento ed educazione

La comunicazione del coniglio si basa soprattutto su comportamenti visivi, la vocalità non è la prerogativa più spiccata del nostro amico a quattro zampe. Gli istinti naturali del coniglio, come urinare in giro e rosicchiare i mobili, non possono e non devono essere corretti tramite la punizione ma bensì attraverso alcuni accorgimenti intelligenti!, ad esempio il posizionamento di una cassetta per i bisogni nei luoghi più frequentati dal coniglio.

Per insegnare al coniglietto ad espletare i propri bisogni correttamente dobbiamo innanzitutto indagare su dove preferisce appartarsi, una volta scoperto il posto possiamo posizionarci una cassetta per i bisogni, di solito il coniglio sceglie pochi luoghi dove sporcare.

Con il raggiungimento della maturità sessuale, intorno ai 5 mesi di età, inizierà a manifestarsi il comportamento istintivo di marcatura del territorio, questo si manifesta attraverso spruzzate di urina in vari punti del “territorio” di appartenenza, la nostra casa!, in caso di sterilizzazione questo comportamento andrà a cessare e i bisogni fisiologici si indirizzeranno più probabilmente nella cassetta dei bisogni.

Alcuni comportamenti tipici

  • CURIOSITÀ ED ESPLORAZIONE

    Sta in piedi
  • MARCATURA DEL TERRITORIO

    Urina in giro e strofina il mento sugli oggetti
  • SEGNALE DI PERICOLO

    Salta e sbatte le zampe posteriori sul pavimento
  • HA CALDO O SI SENTE TRANQUILLO

    Sta sdraiato con le zampe posteriori allungate
  • PROBABILMENTE HA FREDDO

    Sta in posizione rannicchiata
  • RICHIESTA DI AFFETTO E ATTENZIONE

    Lecca e dà colpetti con il muso
  • GIOIA E DIVERTIMENTO

    Salta e corre

TOP